1. Home
  2. /
  3. Servizi
  4. /
  5. Comunità educativa per minori

COMUNITA' EDUCATIVA PER MINORI

UNITA’ DI OFFERTA COMUNITA’ EDUCATIVA PER MINORI CON PRONTA ACCOGLIENZA” VILLA LUCIA”

Questa unità di offerta è definita negli standard strutturali e organizzativi dalla DGR 84/2007, allegato A, nella sezione “servizi di supporto alla famiglia – minori” Definizione. E’ un servizio educativo-assistenziale con il compito di accogliere temporaneamente il minore qualora il nucleo famigliare sia impossibilitato o incapace di assolvere al proprio compito. Finalità. Ha finalità educative e assistenziali volte alla supplenza temporanea del nucleo famigliare. Utenza. Minori di entrambi i sessi dai 7 ai 17 anni. Nel caso di esigenze specifiche legate agli obiettivi previsti dal progetto educativo individualizzato l’età massima dei minori/adolescenti accolti potrà essere portata a 20 anni se l’accoglimento è avvenuto prima dei 18 anni. Capacità ricettiva: può ospitare fino ad un massimo di 10 minori di cui 2 in pronta accoglienza. La struttura. Come previsto dagli standard regionali per l’autorizzazione e l’accreditamento i locali e la gestione del servizio domestico-alberghiero sono caratterizzati da una forte impronta domestica. La struttura presenta dei facili collegamenti con sedi scolastiche, è accessibile ai servizi essenziali e generali (cinema, luoghi di aggregazione, centri sportivi, di culto, ecc.). L’articolazione e l’organizzazione degli spazi segue il criterio di assicurare ai minori una ospitalità di tipo familiare con ambienti personalizzati e spazi comuni  ma allo stesso tempo funzionali al lavoro educativo. Le camere da letto sono singole con bagno e si prestano per delle personalizzazioni. Per il servizio di pronta accoglienza è previsto una area dedicata ma collegata con il resto della Comunità. Il Personale. E’ garantita la presenza di Educatori Professionali Animatori secondo lo standard regionale di 1 educatore ogni 2 minori e comunque la copertura h24 del servizio. Uno degli educatori sarà incaricato allo svolgimento della funzione di Coordinamento, ovvero di indirizzo e sostegno al lavoro degli operatori, monitoraggio e documentazione della esperienza, raccordo tra i servizi educativi, sociali e sanitari, ecc. E’ prevista la presenza del volontariato, anche a copertura di una quota parte del servizio e comunque nella misura massima del 25%. La Dirigenza dell’Antica Scuola dei Battuti garantisce la funzione di supervisione, ovvero il sostegno formativo e organizzativo del personale, la promozione e valutazione della qualità del servizio e la cultura di sviluppo e ricerca del servizio. Metodi e Strumenti di Lavoro. ASB ha definito il Progetto di Comunità dove vengono descritte le modalità di integrazione della struttura con il territorio e la programmazione delle attività. Definire obiettivi generali e strategie gestionali per ogni singolo obiettivo di intervento. Viene definita una modalità specifica di gestione della Pronta Accoglienza nel rispetto del criterio temporale dei 90 gg. massimi di permanenza in Comunità. Per ogni minore è redato il Progetto Quadro la quale titolarità è in capo ai servizi invianti ( Comuni – Aziende ULSS). Il Progetto Educativo Individualizzato è lo strumento di lavoro che definisce e dettaglia gli obiettivi generali per ogni singolo minore.

Scarica la Brochure

Scarica il Progetto di Comunità

Vai alla Galleria

Leggi l’articolo dell’inaugurazione.

Leggi l’articolo apparso su Gente Veneta del 29/06/2018

Leggi l’articolo apparso sul Gazzettino di Venezia del 01/07/2018

CONTATTI

V.le Garibaldi 82 Mestre (VE)

Per informazioni:

Centralino: 041 5072111           

Servizio Sociale: 041 5072305

Comunità educativa per minori Villa Lucia: 041 8777008

Mail: info@anticascuoladeibattuti.it